HOME | PRIMA PAGINA | LE NOTTI RITROVATE | PER CASO SULLA PIAZZETTA EDIZIONI | EVENTI | PHOTO GALLERY | AGENZIA LETTERARIA ALEM


Tutti gli eventi di "Per caso sulla piazzetta"

"Per caso sulla piazzetta" nato nel 1997 come "salotto culturale" ideato da Tina Rigione, era il luogo dove le "persone interessate a crescere e a far crescere" si riunivano per apprendere e diffondere la cultura della nostra Irpinia.

Chi vi partecipava aveva piacere a confrontare e confrontarsi in prima persona con diversi modi di pensare e di essere, stimolato solo dalla costante ricerca del 'sapere'.

Hanno partecipato agli incontri del salotto:

16 novembre 1997

Claudia Iandolo - poetessa

Ettore Maggio - poeta

Gerardo Pepe - poeta

7 marzo 1998

Andrea Cardillo - mandolista

Francesco De Rogatis - pittore

Claudia Iandolo - attrice

10 maggio 1998

Mattia Petruzziello - sommelier

Antonio Del Franco - sommelier

Angelo Valentino - enologo

11 ottobre 1998

Ettore Maggio - poeta

25 ottobre 1998

Raffaele Barbieri - poeta

6 dicembre 1998

Fabio Grassi - poeta

Andrea Cardillo - chitarra classica

Maria Letizia Maggio - lettrice

 

Grazie alle ultime tecnologie "Per caso sulla piazzetta" da gennaio 1999 si era trasferita on-line al seguente indirizzo Internet:

http://digilander.iol.it/xcasosullapiazzetta/index.html

(ormai cancellato da Digiland)

e, gli autori ospiti erano: Franco Arminio - Raffaele Barbieri - Luca Tulimiero - Elfride delle Torri - Fabio Grassi - Oscar Luca D'Amore - Rino Scioscia - Gerardo Pepe - Domenico Cipriano - Ettore Maggio - Livio Borriello - Valerio Peracchi - Sergio Bruno - Tina Rigione.

Gli incontri sono proseguiti presso il Centro Sociale Samantha della Porta ed il Palazzo della Cultura "Victor Hugo" di Avellino:

19 febbraio 2000

Tina Rigione - poetessa

Giuseppe D'Errico - critico

Edoardo Fiore - saggista

Oscar Luca D'Amore - attore

20 aprile 2001

Domenico Cambria - scrittore

Maria Rosaria D'Acierno - pittrice

Oscar Luca D'Amore - attore

 

Da maggio 2001 si è costituita anche l'Associazione, senza scopo di lucro, rivolta alla diffusione di libri, supporti multimediali, creazione di siti WEB, organizzazione di eventi, il tutto per favorire la crescita culturale italiana e soprattutto quella irpina.

La prima uscita editoriale è della stessa Rigione con "I racconti" (ISBN 88-88332-00-6) il 16 luglio 2001. Con tale pubblicazione, si vuol accennare brevemente a storie in bilico sulla linea di confine tra la normalità e il disagio: mancata evoluzione della personalità e ... "come frutti acerbi che marciscono dentro prima di maturare".

Presentazione del 24 novembre 2001

Tina Rigione - scrittrice

Doriano Pellecchia - psichiatra/psicoterapeuta

Maria Rosaria D'Acierno - pittrice

Salvatore Oliva - pittore

Oscar Luca D'Amore - attore

Lisa Marra - attrice

Gli Appuntamenti 2002-2003

Le Notti Ritrovate

edizione 2002-2003

Calendario degli incontri culturali in Avellino con presentazione di libri, mostre di pittura ed artigianato,

in collaborazione con il Comitato di Gestione del Centro Sociale Samantha Della Porta,

il Comune di Avellino - Assessorato alla Cultura

Data Manifestazione

Autore

Casa editrice

Città di provenienza autore

Tema

Luogo Manifestazione

Pittore Artista Attore abbinati

Sabato 9-11-2002

ore 17,30

Silvestro Urciuolo

"Per caso sulla piazzetta"

Avellino

"Il sole e il sale della vita"

con intervento a cura della Dott.ssa Marinella Pericolo Sociologa

Centro Sociale Samantha Della Porta

Maestro Carmine Tranchese

Oscar Luca D'Amore

Sabato 23-11-2a002

ore 17,30

Raffaele Barbieri

Domenico Cipriano

Delta 3

Grottaminarda (AV)

Fermenti

Roma

Autori vari irpini

Reading di POESIA

"Per non dimenticare"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Maestro Eraldo Barra

Oscar Luca D'Amore

Sabato 11-1-2003

ore 20,30

Franco Masini

====

Lucca

Antartide? Perchè no? Un viaggio da raccontare

OLTREFRONTIERA Via Terminio - Avellino

Proiezione diapositive sull'Antartide

Sabato 18-1-2003

ore 17,30

Gianrico Carofiglio

Sellerio

Palermo

Bari

"Testimone inconsapevole"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Maestro Carmine Palatucci

Oscar Luca D'Amore

Sabato 25-1-2003

ore 17,30

Marina Siniscalchi

====

Avellino

"Percorsidiversi"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Nella D'Urso

Oscar Luca D'Amore

Sabato 1-2-2003

ore 17,30

Marcello Nicodemo

====

Pescara

"Di lì a poco sarebbe piovuto"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Stefano Danna

Oscar Luca D'Amore

Sabato 15-2-2003

ore 17,30

Angelo Petrella

Guida

Napoli

Napoli

"Una festa di paese"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Francesca Costanza

Oscar Luca D'Amore

Sabato 1-3-2003

ore 17,30

Elsa Fanuli

Michele Di Salvo

Roma

"Blu di china"

Centro Sociale Samantha Della Porta

Vigorelli Creazioni

Oscar Luca D'Amore

Sabato 15-3-2003

ore 17,30

Anna Rosa Balducci

Il Ponte Vecchio

Cesena

Rimini

"La balena e altri racconti"

Centro Sociale Samantha Della Porta

La Bottega della Jula Bela

Oscar Luca D'Amore

Sabato 29-3-2003

ore 17,30

Premiazione Concorso Letterario

====

====

I^

EDIZIONE

Centro Sociale Samantha Della Porta

Maestro Carmine Palatucci

Oscar Luca D'Amore, Lisa Marra

La nostra prima presenza in fiera.

Dal 15 al 19 maggio 2003, dalle 10,00 alle 23,00

STAND L62 PADIGLIONE 2

7 agosto 2003 - presentazione del libro "TERRA" di Tina Rigione

27 novembre 2003 - presentazione del libro "AD OCCHI CHIUSI" di Gianrico Carofiglio

1 gennaio 2004 Istituzione ANAGRAFICA POETI ITALIANI

23 aprile 2004

Presentazione del libro "By night" dell'autrice beneventana Margherita Merone, edizioni Guida, presso Oltrefrontiera - Via Terminio, 9 - Avellino

7 maggio 2004 PRESENTAZIONE ALLA FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO DEI ROMANZI: LA SCELTA E COMMISTY

19-20-21 novembre 2004 LE NOTTI RITROVATE SECONDA EDIZIONE

al Teatro Comunale CARLO GESUALDO

18-19-20 novembre 2005 LE NOTTI RITROVATE TERZA EDIZIONE

al Teatro Comunale CARLO GESUALDO

13 aprile 2006 "ASSOCIAZIONE ZENIT 2000" e "PER CASO SULLA PIAZZETTA"

STABAT MATER

Concerto-Lettura sul tema della Croce

27 maggio 2006

presentazione dei libri di poesia

SALTARE IL FOSSO di Pietro Pelosi

e

DA TE HO AVUTO di Federico Rodia

9 giugno 2006

GIORNATA LEOPARDIANA

17-18-19 novembre 2006 LE NOTTI RITROVATE QUARTA EDIZIONE

al Teatro Comunale CARLO GESUALDO

23-24-25 novembre 2007 LE NOTTI RITROVATE QUINTA EDIZIONE

al Carcere Borbonico di Avellino

26 novembre 2007 LE NOTTI RITROVATE 5/SKUL

all'Istituto Magistrale Imbriani di Avellino

28-29-30 novembre 2008 LE NOTTI RITROVATE SESTA EDIZIONE

al Carcere Borbonico di Avellino

16-17-18-19-20-21-22-23 novembre 2009 LE NOTTI RITROVATE SETTIMA EDIZIONE

al Carcere Borbonico di Avellino - Castello di Tufo (Av) - Roma

15-16-17-18-19-20-21 novembre 2010 LE NOTTI RITROVATE OTTAVA EDIZIONE

Chiesa del Carmine, Sala Penta del Museo Irpino, Auditorium Liceo Imbriani di Avellino

Castello di Tufo - Torre di Summonte - Castello di Monteforte e Chiesa di San Martino - Castello Lancellotti di Lauro

27-28-29 ottobre 2011 - 18-19 novembre 2011 LE NOTTI RITROVATE NONA EDIZIONE

Chiesa del Carmine Avellino - Castello di Tufo

LE NOTTI RITROVATE X EDIZIONE 2012 - SEZIONE ESTIVA

TRA I CASTELLI D'IRPINIA

... ASPETTANDO LE NOTE RITROVATE

7 LUGLIO, 15 SETTEMBRE, 30 SETTEMBRE - CASTELLO DI SANT'ANGELO DEI LOMBARDI - CASTELLO DI TORELLA DEI LOMBARDI - CASTELLO DI SAN BARBATO - CASTELLO DI AVELLINO - CASTELLO DI TUFO - CASTELLO DI CANDIDA

Hanno operato per la buona riuscita degli incontri:

LACS - Laboratorio Arte Cultura Spettacolo

Ignazio Guerriero - Presidente

Ignazio Guerriero, laureato in sociologia ed interessato a risolvere, nonostante tante difficoltà, i problemi dell'emarginazione sociale, ha fondato l'associazione culturale no profit LACS (laboratorio arte cultura spettacolo), con la partecipazione di altre menti che hanno reso possibile il suo sogno. Preciso scopo, quello di divulgare su territorio nazionale, le opere sia letterarie che musicali che di cultura legate alla sua terra... e non solo! Gli incontri culturali che organizza, sono momenti di socializzazione anche e, soprattutto, per le nostre nuove leve.


AIS - Associazione Italiana Sommeliers

Azienda Vinicola Antonio Caggiano - Taurasi (Av)

L'A.I.S. nasce ad Avellino nel 1993 con trenta sommeliers tra addetti al settore e non, operanti in provincia e nell'intera regione, divulgando la cultura enogastronomica. Responsabile della delegazione avellinese è Mattia Petruzziello, il fiduciario regionale è Vincenzo Ricciardi. La delegazione si adopera in provincia organizzando incontri, seminari, degustazioni, visite guidate, corsi di formazione professionale.

L'azienda vinicola Antonio Caggiano si esprime con la propria vinificazione a Taurasi (Av) dal 1994. Il titolare, Antonio, dopo anni trascorsi nel campo edilizio, ma sempre con un piede nell'arte e nella cultura, le "radici nella terra", ha deciso poi di dedicare le sue attenzioni al vino. Dietro la guida esperta di enologi ed enotecnici, produce vino bianco Fiagre, un vino rosato Salae Rosa, vini rossi Taurì, Salae Domini, Taurasi Docg, Vigna Macchia dei Goti.

La produzione è destinata all'esportazione in Giappone, Cina, USA, Inghilterra, Germania.


Carlo Crescitelli

A dispetto delle ansie di classificazione dei soliti catalogatori, OLTREFRONTIERA persevera ormai da più di quattro anni nell'ospitare in allegra ed armonica coabitazione le proprie due anime, e cioè quella di negozio di arredo ed arte etnica e quella di laboratorio di arte, cultura, spettacolo e tendenze varie. Se vi piacciono le ambiguità dell'estetica, o se anche magari state cercando soltanto un posto decisamente diverso dagli altri, allora non potete mancare di farci un salto, che sia esso virtuale all'http://web.tiscalinet.it/oltrefrontierav,  o reale in Via Terminio 9 ad Avellino, di certo non ne rimarrete delusi: eccentricità in vendita, eventi, performances tematiche e geniali sregolatezze qui da noi sono... la regola! 


La Vigorelli Creazioni, sita in Avellino in Via Nappi, organizza da tempo corsi, sia collettivi che individuali, di cucito creativo, punto-croce (a mano e a macchina), découpage, pirkka (twist art), raccogliendo notevoli consensi e partecipazione da parte di allievi da 0 a 100 anni...!


La Bottega della Jula Bela nasce nel 1995 e volutamente affonda le sue radici nel cuore antico della città di Avellino. Ed è appunto il recupero dell'antico, o meglio, della decorazione rinascimentale, il suo punto di forza. La titolare, Pina Rubino, si avvale infatti della collaborazione e dei vitali consigli di una ceramista con oltre mezzo secolo di esperienza nella maiolica faentina: la prof.ssa Gabriella Rivalta Mingarelli. La Bottega ad ogni modo non si ferma solo a questa particolare decorazione ma offre una ampia gamma di stili: il liberty, il contemporaneo, il paesaggistico, il sacro e il tribal-etnico. Quello che comunque contraddistingue questa bottega artistica è la maniacale ricerca della perfezione e l'assoluta importanza che si da ad ogni dettaglio, presente anche nel più piccolo oggetto che si possa trovare al suo interno.


Chi sono i personaggi ospitati:

Andrea Cardillo è un giovane dalle brillanti doti; ha iniziato gli studi di chitarra classica con il M° Eduardo Caliendo, ha debuttato nel '93 a Napoli al Teatro Mercadante "Omaggio a E. Caliendo" che ha visto tra gli interpreti M. Gangi, A. Diaz e la Nuova Compagnia di Canto Popolare. Studente universitario di filosofia, prosegue gli studi di chitarra classica con il M° Raimondo di Sandro. E' una promessa per il futuro della musica campana.


Ancora un ospite dell'hinterland avellinese presenta, con modi densi di umiltà e di entusiasmo, i suoi versi. Fabio Grassi, nato a Tufo circa 40 anni fa, ci ha offerto il privilegio di gustare in anteprima la silloge 'Millecentocinquanta ossimori' in edizione privata. Gli studi classici e teologici lo hanno avvicinato al culto dei Lirici greci e dei Miti; ama Saba, Gozzano e Thomas Mann. Non è scontento, come tanti, del proprio lavoro alle dipendenze dell'Asl, e lascia spazio alle aspirazioni letterarie.


Ettore Maggio nato ad Ottaviano (Na), ma trasferitosi in Irpinia da giovane, ha iniziato la sua carriera lavorativa come funzionario dirigente delle poste, è stato Sindaco di Sirignano e, dal 1972 fino al 1993, presidente dell'allora costituente Conservatorio di Musica di Avellino; si è interessato attivamente della sua ricostruzione, dopo il disastroso evento sismico dell'80, facendolo risultare il primo edificio ricostruito (grazie soprattutto all'intervento 'economico' americano), delle province colpite. La sua passione per la scrittura si manifestava già quando era collaboratore de "Il Mattino" e, quando si accingeva a scrivere racconti ancora nascosti nel cassetto; la sua passione per la poesia lo ha adottato soltanto in età matura, quando si è interessato a questo mondo di versi e di espressioni, molto difficile da approcciare e poi abbandonare quando nel proprio animo si cerca ancora qualcosa da dire e da comunicare. Recente la sua raccolta di versi 'Il soffio del tempo' con la quale cerca spazi e terreni sui quali far attecchire l'albero della parola. Purtroppo non è più tra noi.


Raffaele Barbieri nato ad Avellino ma cresciuto a Serra di Montefusco, è un giovane talento del nostro hinterland, che come tanti cerca uno sbocco naturale nella cultura delle sue radici, dedicandosi ad attività che lo rendono protagonista, sia radiofoniche (Radio Azzurra - Venticano) sia come direttore di Carifae, collana di poesia edita dalla casa editrice Delta3 di Grottaminarda (Av). Oltre ad essere autore di versi e di racconti, è anche appassionato di musica, il che lo ha reso autore di testi di canzoni, alcuni riportati nella silloge 'L'abito nuovo'. Legge appassionatamente autori quali Kerouac e Prevert, non disdegnando quelli nostrani già noti come Martiniello, Arminio, D'Alessio, e i giovani Cipriano, Melchiorre, Iorio, Gnerre. Ha partecipato alla silloge di autori vari nel 1996 Quello che vi sfiora il labbro, ed ha ripubblicato, aggiungendo nuovi testi, L'abito nuovo nel 1997. E' presente in diverse antologie poetiche tra cui "Discordanze" (ed. Pagine, Roma, 2002). Convinto assertore della contaminatio fra arti statiche e arti in movimento, è stato promotore di iniziative culturali sull'argomento. Scrive per divertirsi e divertire.


Di Claudia Iandolo si può dire tanto, ma la cosa più importante è che da sempre ha dimostrato il suo amore ed il suo interesse per tutto ciò che è arte; alterna la sua vita ai dispotici banchi scolastici che la vedono insegnare con entusiasmo lettere in un liceo classico ancora vincolato ai dettami istituzionali di programmi scolastici privi di valori di cultura attuali. Tutto ciò non rende giustizia al suo estro creativo di poetessa e scrittrice, nonché alle sue performance di attrice teatrale. "Rossa luna di novembre", edito da Graphic Way, è il frutto di anni dedicati alla lettura, alla scrittura ed alla continua ricerca di un proprio stile.


Domenico Cambria nasce a Bagnoli Irpino (Av) nel 1946, scopre i suoi interessi per la scrittura in giovane età con maggiori stimoli verso la poesia ed i racconti. Il suo ultimo edito è un romanzo accattivante "La notte dell'arcobaleno" basato, in modo evidente, su di una poesia che l'autore nel 1986 vuol dedicare ad un padre mai conosciuto, in un sud emarginato dove l'autore rivendica appartenenza e riscatto sociale. Tra gli autori che preferisce leggere troviamo i classici americani tra cui Cronin, Steinback, Hemingway. Altre sue pubblicazioni sono "Boschi e ambiente" trattato di didattica e legislazione forestale ed ambientalista (ediz. Il Ponte), "C'era una volta" raccolta di fiabe irpine (ediz. Altirpinia). In futuro si è ripromesso di pubblicare una raccolta di sue poesie che tutti attendono con ansia e un secondo romanzo in via di stesura finale dal titolo "Oltre il Paradiso".


Maria Rosaria D'Acierno contiene l'arte. Il passaggio nelle varie forme di espressione manifesta il passaggio e la trasformazione dell'anima e dello stile. La figura umana rimbalza con potenza così come le radici degli alberi che mai si distaccano da essi. Espressione irruenta e forte dove il pensiero sembra avere il sopravvento. Pensiero che non si allontana mai dalle immagini della vita umana. Pensieri che si rincorrono e si scontrano, che mutano e si mutano, che si aggrovigliano e si amalgamano nel tumulto dei sentimenti. Pausa, riflessione nel movimento delle sensazioni. Impressioni che lasciano il segno, che si plasmano nel profondo. Il mondo personale che non si ferma, che non si può fermare, che scorre con acque sempre diverse. Solo così si potrebbe descrivere questa espressione pittorica.


Oscar Luca D'Amore nasce a Salerno nel 1971 e vive a Serino (Av) da molti anni. Laureato in filosofia affianca allo studio la passione per il teatro e la poesia. Di quest'ultima ha pubblicato diverse sillogi. E' membro della Associazione Italiana di Filosofia della Religione e membro della redazione della rivista di filosofia e teologia presso la Facoltà Teologica Meridionale San Tommaso d'Aquino Napoli. Attualmente frequenta i corsi di teologia presso l'Istituto di Scienze Religiose San Giuseppe Moscati di Avellino ed è responsabile della Biblioteca Comunale di Santa Lucia di Serino. Fequenta l'Accademia di Studi Classici Vivarium Novum di Montella.


Doriano Pellecchia laureatosi a Napoli nel 1983 svolge la sua attività psichiatrica presso l'Unità Operativa di Salute mentale di Avellino.


Salvatore Oliva nasce nel 1955 a Napoli dove tuttora vive e lavora. Nel 1996, e dopo un ventennio di ricerche, ha fondato "Ulisse" Studio D'Arte sito nella storica Via Santa Chiara nel centro antico di Napoli. La sua opera racchiude il segreto di un animo che affonda saldamente le radici nelle origini della propria terra, nei suoi lavori, un modo di essere privo di convenzioni e falsi estetismi, una personalità moderna ma conscia di antiche ed eterne regole.


Lisa Marra nasce a Londra nel 1977 e vive a Serino. Studentessa di lettere moderne, affianca allo studio la passione per il teatro. Ha interpretato molti ruoli tra cui: Stupro di Franca Rame, Il Travestito in Epicanto di G. Pepe, Come tu mi vuoi di L. Pirandello. Predilige la lettura dei classici ed è anche avvezza alla scrittura in versi.


Marcello Nicodemo ha da poco finito il suo terzo romanzo, che sta revisionando, e da circa un anno ha deciso di provare l'avventura della autoedizione con grande energia e questo gli ha dato, soprattutto localmente, abbastanza soddisfazioni. Ora deve fare un passo successivo, probabilmente, dopo aver deciso qual è il più adatto. E' un ex giocatore di basket (diverse volte contro l'Avellino quando era in B) e attualmente insegna Lettere e lingua inglese in una scuola privata di Pescara. Fra le cose che ha fatto nella sua vita c'è stato il gestire per diversi anni un jazz club a Chieti, la sua città, cosa che, seppur mescolata alla fiction letteraria, ha una parte importante nel libro che ha pubblicato "Di lì a poco sarebbe piovuto".


Elsa Fanuli è nata a Galatone (Lecce) 37 anni fa. Si è laureata nell'89 a Milano presso l'Università "Luigi Bocconi". Lavora a Roma presso una nota multinazionale. Ha pubblicato diversi articoli tecnici sull'uso del software in Italia per le riviste DEV e Login e negli Stati Uniti per the "Managed View Technical Journal" edito da Wellesley Information Services. Nel 1997 la sua fiaba "La piccola onda e il pescatore" si è classificata finalista alla 29^ edizione del Premio Andersen - Baia delle Favole. Nel 2001 la mia fiaba "Starnutino, Maggiordomo e la televisione magica" giunge finalista alla 10^ edizione del Premio di letteratura per ragazzi "C'era una volta..." del comune di Monterchi (Arezzo). La fiaba è pubblicata nel volume antologico del premio dal titolo "C'era una volta..." edito da Alberti & C. di Arezzo. Nello stesso concorso la fiaba "Il semaforo timido" è premiata dalla giuria del premio per particolari meriti narrativi e stilistici. Nel 2002 viene pubblicato il suo primo romanzo dal titolo "Blu di China" da Michele Di Salvo editore.


Domenico Cipriano è nato nel 1970 a Guardia Lombardi (Av). Già vincitore del premio Lerici-Pea 1999 per l'inedito, ha pubblicato "Il continente perso", (Roma, Fermenti, 2000; 2a. ed. 2001), con introduzione di Plinio Perilli e nota del musicista jazz Paolo Fresu (premio Camaiore "Proposta" 2000 e segnalazione al premio Eugenio Montale 2000). La Stamperia d'Arte «PulcinoElefante» ha pubblicato, nel giugno 2001, il testo L'assenza (in 33 copie) con foto a cura di Enzo Eric Toccaceli. Ha partecipato al Bunker Poetico di Marco Nereo Rotelli alla 49^ Biennale di Venezia. E' presente, con poesie e recensioni, in numerose riviste ed antologie. Collabora a riviste di settore ed è giurato di premi di poesia. Ha dato vita, insieme all'attore Enzo Marangelo e al pianista Enzo Orefice, al progetto JP band che fonde Jazz e Poesia.


Anna Rosa Balducci nasce a Rimini del 1952. Consegue il diploma di maturità scientifica nel 1971 e la laurea in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Bologna nel 1976, il diploma di perfezionamento in Scienze della Letteratura all'Università di Urbino del 1981. Insegna materie letterarie in un Istituto Tecnico per il Turismo di Rimini. Da sempre amante della buona scrittura, si è segnalata in diversi concorsi di narrativa, pubblicando racconti brevi su antologie e riviste letterarie. Con la "Balena e altri racconti" è al suo primo lavoro editoriale. Premiata al Satyagraha di Riccione nel 1992 come finalista, al premio Fenalc di Salerno nel 1997, al Premio di Empoli Domenico Rea, al Concorso Internazionale Calabria Domani nel 1993, ed altri titoli ed attestazioni meritorie in altri concorsi nazionali.


Franco Masini nasce a Pisa nel 1937 ma si trasferisce con la famiglia a Lucca dove attualmente risiede. Ha viaggiato in lungo e in largo per tutti i mari come Capitano e dei suoi viaggi ha conservato sempre diari e soprattutto fotografie. Di queste ultime proietteremo le diapositive relative alla sua avventura in Antartide durante l'incontro di gennaio 2003. E' alla ricerca di una casa editrice per pubblicare il suo romanzo "Antartide".


Gianrico Carofiglio è nato a Bari  dove lavora come sostituto procuratore antimafia. E' esperto di metodiche psicologiche applicate all'attività investigativa ed ai processi e su questi temi ha pubblicato numerosi articoli e due monografie di larga diffusione. E' frequentemente impegnato in Italia e all'estero per conferenze, lezioni e seminari. "Testimone inconsapevole" è la sua prima opera narrativa e sta riscuotendo un notevole, inatteso successo di critica e pubblico. A meno di due mesi dalla pubblicazione è in via di stampa la seconda edizione. Si tratta, come è stato scritto,  "di un'opera a metà fra il legal thriller ed il romanzo di formazione." Le preferenze letterarie, musicali, cinematografiche ed artistiche di Carofiglio sono tutte raccontate nel romanzo. Per conoscerle, è necessario leggere il libro.


Pittura di ampio respiro ed esplosione di colori: questa l'arte pittorica di Francesca Costanza. Forme dicotomiche che si librano in brandelli di colori in un ampio respiro cosmico. Il retaggio accademico e lo studio profondo dell'arte riconducono il tutto a lontane remiiniscenze di Kandinsky cosiddetto "drammatico", "espressionista astratto".

L'immagine si configura nella sua pittura a scala quasi epica, in grandi riscontri di espansioni di libere forme e liberi intrecci cromatici nello spazio. E' poi in fondo proprio questo spazio che respira grande, che si espande e avvolge come un tutto. Una pittura, la sua, di umori, sensazioni, di abbandoni, di esaltazioni, di memorie e di apparizioni. Movimento, colore, tempo e spazio, questi i concetti principali della sua arte.


Eraldo Barra. Pittore figurativo moderno. Spinto dal suo promo Maestro Alfieri, ha cominciato ad inserirsi nel campo dell'arte iscrivendosi ad una delle più prestigiose scuole della Campania, fondata in irpinia dal prof. Filippo de Jorio e dal prof. Mimmo Contino, Laureatosi poi in Economia e Commercio ha esercitato la professione di commercialista. Ha frequentato ambienti artistici a Brera, Perugia e Roma. Da oltre tren'anni partecipa attivamente alla vita artistica nazionale ed internazionale allestendo innumerevoli mostre collettive e personali durante le quali ha ricevuto ampi e favorevoli consensi dalla critica e dal pubblico. Tra le più recenti: Galleria "Oasi" di Benevento, Galleria "Lo Spazio" di Catanzaro, Galleria "Arcolbaleno" di Salerno, Galleria "Lo Stacco" di Patti (ME). E' presente nei maggiori cataloghi d'arte quali L'elite Selezione Arte Italiana, Arte in Cammino dell'Accademia Alfonso Gatti di Salerno, Catalogo Internazioinale d'Arte Moderna MDS di Roma.


Carmine Tranchese vive ed opera in Atripalda (Av). Dopo la maturità artistica frequenta l'Accademia delle Belle Arti di Napoli con indirizzo pittura; con il maestro D. Rugiero segue dei corsi di restauro. Nel 1986 inizia ad esporre in collettive di pittura a Città di Cercola (Na); partecipa a diverse gare di pittura estemporanea con positivo consenso e nel 1989 a Città di Pompei. Nel 1990 partecipa alla I^ Rassegna Europea d'Arte Contemporanea Città di Sarno (Sa) classificandosi al secondo posto. Nel 1991 partecipa alla mostra del Comune di Albatax (Nu), 1992 Premio Andersen Accademia di San Luca Roma, 1996 partecipa alla mostra In Dogana ad Atripalda (Av), 2001 Mostra Sacra Nell'Arte presso la Chiesa Santa Maria Atripalda (Av). L'artista alterna alla sua pittura manufatti d'artigianato. Attualmente si interessa del recupero di vecchie tegole restaurandole e ridandole vita dipingendole. E' conosciuto per la sua arte sulle tegole a Firenze ed Empoli dove viene invitato per partecipare a mostre ed esposizioni, oltre ad altre città del Centro Italia.


Carmine Palatucci. La storia, la natura, le leggende di una terra chiamata Irpinia. Le  gesta degli antichi guerrieri, gli scrosci di acque impetuose, gli scorci paesaggistici, i briganti dei monti della terra del lupo, rivivono nei colori delle tele, del poliedrico artista di Montella.


Marinella Pericolo. Dopo la licenza scientifica si è laureata presso l'Università di Studi di Salerno in Sociologia con la tesi: "Handicap: la vita si costruisce in base a ciò che si ha e non a ciò che manca". E' stata presidente provinciale di Avellino dell'A.I.S.M. dal 1986 al 1996. E' appassionata di letteratura classica e moderna ed ama scrivere racconti di vita vissuta non ancora pubblicati.


Stefano Danna. La passione, il piacere per il disegno, la pittura qualunque arte figurativa è iniziata in età giovanile e si è sviluppata in progressione, senza mai interrompersi, apprendendo tecniche ed immagini e soprattutto definendone una propria. Quasi come un dovere scolastico, si è trasformata in un piacevole hobby ed infine come un interesse lavorativo su cui spendere buona parte del tempo libero. Partendo da semplici disegni di fumetti, passando poi agli acquerelli, tempere, per finire all'olio su tela con matita e grafos, l'artista ha definito una sua struttura artistica portante alla quale fa spesso riferimento. Si avvicina all'espressionismo figurativo astratto in cui oltre alla componente astrattiva che caratterizza ogni suo quadro c'è la componente figurativa costituita da vari elementi, quali animali, piante, ma soprattutto donne a volte rappresentate in modo semplice e volte in modo esasperante. Espressionismo perché l'autore scarica i propri demoni sulla tela esprimendo appieno ciò che vuole rappresentare. Si nota molto spesso un dinamismo nelle immagini alle quali spesso associa sentimenti: odio, rabbia, rancori, paure, solitudine, dolore, libertà, felicità. Tra gli espressionisti a cui fa riferimento come punto ideologico ma non sempre pratico è Kandisky per il rapporto dei colori con le forme e soprattutto per quello tra musica e colori. Mentre la corrente a cui fa riferimento e si avvicina è quella espressionista, l'autore che maggiormente lo colpisce è il Caravaggio per il rapporto della luce con le figure.


Margherita Merone. Giornalista, vive da sempre a San Giorgio del Sannio, in provincia di Benevento. Ha al suo attivo diverse collaborazioni giornalistiche, con quotidiani, periodici e Tv locali: attualmente è corrispondente per Il Denaro quotidiano. Ha pubblicato tre libri: Chat story‚ Michele Di Salvo editore, Napoli 2000 (vincitore del concorso‚ Premio internazionale di nuova letteratura edizione 2000; Gli alberi della libertà, Edimedia edizioni, Benevento 2003; By night , Guida Editore, Napoli 2003. Ha vinto il Premio Speciale "Classicaonline", nella Sezione B, con il racconto "Salzburg", nell'ambito del Premio Artenuova 2004.


Luca Abete. Nato ad Avelino il 2 ottobre 1973, due esami alla laurea in architettura, ha iniziato il suo viaggio nel mondo dello spettacolo come animatore per bambini all'età di 21 anni. Ha poi proseguito il suo percorso artistico, quasi assecondando una naturale inclinazione, cimentandosi in spettacoli da strada nei panni di un clown-mago. Con lo spettacolo di magia comica Le (dis)avventure di Gedeone il Pasticcione‚ e successivamente con quello di manipolazione di palloncini, Le grandi pallonerie del Prof.Balloon‚ ha girato diverse piazze italiane partecipando anche a diverse rassegne di teatro di strada. I personaggi, gli accessori e i testi degli spettacoli sono interamente create dal protagonista. L'esperienza di strada lo porta ad insegnare improvvisazione teatrale in diverse scuole campane. Nel 2000 fonda l'associazione culturale‚ Marameo Crazy Animation‚ della quale è attualmente direttore artistico. Un progetto nato per individuare un nuovo approccio al mondo dell'infanzia: un percorso che porta alla elaborazione di prodotti nati per i più piccoli fatti guardando il mondo proprio con gli occhi dei bambini. Da questa nuova opportunità nasce il format televisivo Marameo Show su Irpinia TV (ideato e realizzato in tutte le sue parti da Abete che ne è anche conduttore) che in 3 edizioni e in poco più di 200 puntate quotidiane tutte in diretta, è entrata nel cuori dei piccoli fan diventando ben presto un appuntamento quotidiano da non perdere. Dalla scorsa estate ha iniziato anche una collaborazione con Radio Punto Nuovo per la quale ha realizzato serate in diretta da locali, feste e manifestazioni, nonché, un programma estivo quotidiano: Punto¬ÆestateRagazzi. Dal 2002 è presidente della sede avellinese dell'UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti): il principale ente di promozione sportiva italiano con più di un milione di tesserati sul territorio nazionale. Con essa sono state molte le manifestazioni che hanno visto Luca Abete nei panni di promotore, direttore artistico nonché protagonista. Nell'anno in corso grande successo ha trovato il programma TV settimanale SuiGeneris‚ in onda sull'emittente Campania UNO: un esperimento televisivo che vede la registrazione in strada si situazioni, provocazioni, e gags improvvisate tra la gente. Pregevole anche la partecipazione, come presentatore, al concorso nazionale di bellezza Miss Velina TV, manifestazione itinerante ispirata alla fortunata trasmissione Veline di Mammuccari, per la quale Luca Abete si è distinto per il suo modo di presentare dinamico, scanzonato e a tratti irriverente.


Il prof. Nicola Trunfio ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università degli studi di Urbino con una tesi sull'immagine futurista. Dal novembre 1999 ha svolto attività di ricerca in Italianistica presso l'Università degli studi di Urbino e la Rutgers University (N.J.-Usa) conseguendo, in Italia nel marzo 2003, il titolo di Dottore di ricerca, con una tesi sulla lirica femminile in Italia meridionale nel XVIII sec. Autore nel 2000 di Ruit Hora, romanzo storico di ambientazione medievale; nel 2002 ha scritto Fare analisi logica, un testo ad uso didattico. E' collaboratore esterno di alcuni periodici locali e delle riviste <<Medioevo>> e <<Le guide di Medioevo>>, edite entrambe da Rizzoli-De Agostini.


Davide Roselli. I suoi soggetti sono principalmente ritratti femminili presi da foto, riviste di moda, ma realizza anche disegni di carattere etnico tipo tatuaggi, realizzati su carta, alcuni sono di pura invenzione o rielaborazione di qualcosa di già esistente. Ultimamente ha realizzato anche biglietti d'invito per compleanni e molte applicazioni su tessuti, veri disegni eseguiti con colori specifici.


Benito Galilea. Nato il 16.2.1944 a Martone (R.C.), Galilea vive a Roma dal 1984, dopo 16 anni trascorsi a New York dove, assieme ad esponenti della Cultura, del Mondo universitario e sindacale italo-americani, ha dato vita al massimo Premio letterario in lingua italiana negli U.S.A., intitolato ad Arturo Giovannitti. Membro della Federazione Mondiale della Stampa Italiana all'Estero, è stato redattore della "Parola del Popolo" di Chicago (ritenuta la più qualificata Rivista politico-culturale italo americana degli ultimi 75 anni, anche dalla Fondazione Agnelli ) che tra i tanti collaboratori ha annoverato gente come: Gaetano Salvemini, Antonio Borgese, Max Salvadori, Joseph Tusiani, Arturo Giovannitti, Mario Fratti ecc.ecc. Di questa esperienza giornalistica italo-americana, sono ancora oggi ricordati gli editoriali, i servizi sul primo viaggio da Papa di Wojtyla negli USA, il primo intervento di Fidel Castro al Palazzo di Vetro dell'ONU a New York, il lungo servizio sul terremoto in Irpinia citato anche dal quotidiano l'Avanti, le raccolte poetiche sul novecento italiano ecc. Vincitore di oltre centocinquanta Primi premi letterari, incluso in decine di antologie e riviste letterarie, studiato nelle scuole, le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, russo, spagnolo. Tra i Premi ricevuti citiamo: Aspera, Etolia, Lentini, Manduria, Via Francigena, Costa Masnaga, La Pira, Bonaccossi, Rastrello d?Oro, Quarrata, Leporano, Libero De Libero, Borgo Ligure, Casalguidi, Igino Giordani, Città di Vita, Badia di San Savino, Faliesi, Campagnola, O.Dini, Rufina, Dino Bavona, Tocco da Casauria, Licurgo Cappelletti, Rhegium Julii, Leonforte, Tremestieri Etneo, Alpi Apuane, Casazza, Aeclanum, Le notti ritrovate, Pimonte, Marega, S.Nicola La strada, Tra Secchia e Panaro, Seregno, S.Gennaro Vesuviano, Arcadia Nova, il Litorale, Cefalù, Borgognoni, Violetta di Soragna, ecc. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Grappoli di luce (presentazione di Edvige Pesce Gorini, raccolta vincitrice del premio Livorno); Nel cavo di una mano (presentazione di Geno Pampaloni, raccolta vincitrice a Firenze del Città di Vita); Sogno in prestito (presentazione di Walter Mauro, raccolta vincitrice del Libero de Libero); La ruga del cuore (raccolta vincitrice del Premio Leonforte); Martuni (raccolta in dialetto calabrese) che, tra l'altro, gli è valso la Musa d'oro, premio istituito dall'Associazione Penisola Sorrentina e Simposio delle Muse, quale migliore espressione dialettale dell'ultimo quinquennio tra tutti i dialetti d'Italia per "aver dimostrato che il dialetto può stare alla pari con le espressioni più alte della poesia in italiano"; Quando la luna ospita i pensieri (presentazione di Vladimiro Zucchi, raccolta vincitrice del Premio O. Dini 1998); Altra stagione a Vincolise (presentazione di Francesco d'Episcopo, raccolta vincitrice del Premio Il Foglio Letterario 2000); A squatra, Rosina e attri cosi, raccolta in dialetto calabrese, opera vincitrice a maggio 2004 del Premio Letterario "A Giovannitti" indetto dall'omonima Associazione Culturale ad Oratino (CB). Tra gli altri si sono interessati alle sue opere: Geno Pampaloni, Margherita Guidacci, Walter Mauro, Francesco Petrocchi, Guglielmo Petroni, Edvige Pesce Gorini, Francesco d'Episcopo, Massimo Grillandi, Fortunato Seminara, Giorgio Poli, Dino Carlesi, Giorgio Barberi Squarotti, Cinzia Lotti, Remo Pozzetti, Pasquale Martiniello, Giuseppe d'Errico, Giuseppe Falcone, Aristide LaRocca.


Guido Laperuta. Pittore e restauratore. Negli ultimi lavori che impegnano la quotidianità di un uomo laborioso, riesce col proprio lavoro intimo a produrre opere su tematiche sociali, non intendendo la pittura come insieme di figurazioni statiche e nozionistiche, ma come creazione di immagini nuove e profonde... L'arte è il momento di vera libertà creativa, libero da schemi prefissati.


Gennaro Iannarone, giudice per circa quarant'anni ora presidente del Teatro "Carlo Gesualdo", ha coltivato sempre le sue passioni letterarie, filosofiche e musicali, dedicandosi al mondo della scuola in numerose conferenze sulla legalità, sull'etica e sulle poetiche dei secoli. Particolare attenzione ha dedicato al periodo tra Rinascimento e Barocco per riaffermare la propria vicinanza agli studi su Carlo Gesualdo, da ultimo a Francesco Petrarca e più in generale al rapporto tra la poesia e la donna dal dolce stil novo fino ai nostri giorni. Ha pubblicato con l'editore "Guida" l'opera saggistica Io, giudice cristiano ed eretico, nella quale ha inteso tracciare il cammino travagliato della sua anima di giudice. Il ricavato è stato interamente destinato in beneficenza alle famiglie dei carcerati.


Massimo Testa - direttore d'orchestra, violinista. Direttore Artistico del Concorso di Composizione Musicale Le Note Ritrovate. Avellinese ha studiato presso il Conservatorio musicale statale "D. Cimarosa" di Avellino conseguendo, brillantemente, i diplomi in Violino, Composizione, Musica Corale e Direzione di coro, Direzione d'Orchestra. Ha studiato Direzione d'Orchestra con i M° M. De Bernardt, G. Serembe, P. Bellugi, S. Gorli, Z. Pesko; ha inoltre conseguito il Diploma del Corso di Alto Perfezionamento in Direzione d'Orchestra presso l'Accademia Musicale Pescarese sotto la guida del M° Donato Renzetti di cui è anche assistente. Ha diretto in pubblici concerti l'Orchestra Sinfonica di Pescara, l'Orchestra da Camera di Salerno, il Divertimento Ensemble di Milano, l'Ensemble La Recherche di Nuoro, l'Orchestra e Coro del Teatro di Donetsk (Ucraina), l'O.R.C. Orchestra Regionale della Campania, l'Orchestra dei professori del Teatro S. Carlo di Napoli, l'Orchestra G. Tartini di Latina, la Savaria Simphony Orchestra, la Nuova Orchestra Scarlatti, l'Orchestra da Camera del Teatro di Craiova, l'Orchestra da Camera di Iasi (Romania), l'Orchestra Sinfonica di Plovdiv (Bulgaria), l'Orchestra Sinfonica di Sofia (Bulgaria) e altre di rinomato spessore artistico. Svolge un'intensa attività nel campo della lirica; ha già diretto in varie recite, tra gli altri titoli, IL BARBIERE DI SIVIGLIA, TOSCA, BOHEME, CAVALLERIA RUSTICANA, PAGLIACCI, GIANNI SCHICCHI, RIGOLETTO, collaborando con celebri solisti e registi quali P. Ballo e R. De Simone. Ha inoltre diretto la prima esecuzione assoluta della Cantata LA VERA STORIA DI SANTA FILOMENA del M° A. Vitale presso il Teatro Lirico di Craiova (Romania). Nel 2007 ha diretto la TRAVIATA di G. Verdi nel circuito Abruzzo-Puglia dell'Orchestra Internazionale Giovanile di Pescara; ha diretto inoltre la stessa opera in forma scenica nel 2008 presso il Teatro dell'Opera di Craiova. Nello stesso anno ha inoltre diretto l'Anteprima mondiale del Concerto "Gismontiana" per quartetto di chitarre e archi di L. Brouwer con il GUITART QUARTET presso il Teatro C. Gesualdo di Avellino, del quale è in uscita la prima registrazione cd. È fondatore e direttore stabile dell'ENSEMBLE ZENIT 2000 di Avellino , specializzato nella musica Contemporanea, alla quale dedica notevole impegno con particolare riguardo all'attività del Laboratorio di Musica Contemporanea del Conservatorio "D. Cimarosa" di Avellino. A tal riguardo ha diretto, in forma scenica, il SATYRICON di B. Maderna e MARE NOSTRUM di M. Kagel (1° esecuzione assoluta in Italia), produzioni del DIVERTIMENTO ENSEMBLE di Milano. Ha inoltre diretto una realizzazione speciale dello spettacolo musicale-teatrale VARIETE' dello stesso Kagel per l'Estate Musicale Fiesolana 08, in occasione del premio alla carriera assegnato al compositore recentemente scomparso. Ha collaborato come M° preparatore e direttore con il Coro del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno. È titolare della cattedra di Musica da Camera presso il Conservatorio Musicale Statale "D. CIMAROSA" di Avellino.


M° Mario Pio Ferrante. Flautista. Nato nel 1980 ad Avellino, uno dei maggiori talenti flautistici degli ultimi tempi, si diploma nel 2000 con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica "D. Cimarosa" di Avellino. 1° premio al X Concorso nazionale "Cesare Ciardi", 1° premio X Concorso nazionale "G.B. Pergolesi, 1° premio rassegna musicale città di Mercogliano - categoria solisti -, 1° premio II rassegna musicale città di Mercogliano - categoria musica da camera -, 2° premio IX Concorso nazionale "G.B. Pergolesi", 2° premio VII Concorso nazionale "Raffele Galli", 2° premio XII Concorso nazionale "Emanuele Krakamp", 3° premio VIII Concorso nazionale "Cesare Ciardi", 1° premio Concorso "Alda Rossi da Rios", come miglior diplomato dei conservatori d' Italia a.a. 2000, 1° premio al XIII Concorso nazionale "Emanuele Krakamp". Si perfeziona nelle Accademie di Novara (ICONS) e Imola, sotto la guida dei Maestri G. Cambursano, B. Cavallo, M. Valentini. Negli anni 2001 e 2002 ha vinto la prestigiosa borsa di studi "L. Martelli" come miglior allievo dei corsi superiori di flauto presso l'ICONS di Novara. Nel 2001 risulta idoneo all'Accademia musicale del Teatro alla Scala di Milano. Nel 2003 vince il Concorso internazionale "S. Gazzelloni". Dal 2001 al 2003 ricopre inoltre, il ruolo di primo flauto nell'Orchestra Regionale Campana. Appassionato di musica contemporanea, ha suscitato con le sue esecuzioni critiche lodevoli da parte di rinomati compositori, quali Alvin Curran, Raul De Smet, Jhon Baumann, Pierre Boulez, il quale, in occasione delle esecuzioni al teatro San Carlo di Napoli, di "Le marteau san meitre" e "Derive", ne ha elogiato lo stile e la tecnica virtuosistica. È stato componente del Trio Namaste. Le sue perfomance con il Trio, sono state trasmesse su Radio 3 Classica e sulla filodiffusione. Nel 2004 è stato inviato al 41° Festival di Nuova Consonanza di Roma sia da camerista che da solista. È revisore di brani di musica contemporanea per la Rugginenti editrice di Milano. Le sue esibizioni spaziano dal territorio italiano (Avellino, Napoli, Roma, Todi, Assisi, Milano, Firenze, Gallarate, Novara, Stresa, Ravello, Venezia, Chioggia, Cosenza, Crotone, Perugia, ecc.) a quello estero (Inghilterra, Olanda, Francia). È invitato regolarmente come Primo Flauto nelle orchestre italiane ed estere. Incessabile ricercatore delle prassi esecutive, lo studio continuo è la base del suo lavoro e della sua didattica.


Stefania Cucciniello. Pianista e clavicembalista irpina. Si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio di Musica Cimarosa di Avellino sotto la guida della prof.ssa Anna Ferrari e in clavicembalo sempre presso il Conservatorio di Musica di Avellino sotto la guida della prof.ssa Enza Caiazzo. Attualmente frequenta il II livello di clavicembalo presso il Cimarosa e insegna pianoforte nelle scuole statali. Svolge attività concertistica, in Italia e all'estero, da solista, in formazioni cameristiche e sinfoniche, in duo e di maestro accompagnatore. Ha suonato, in qualità di clavicembalista, con l'Orchestra da Camera di Matera, Orchestra Romana, Ensemble Barocco Zenit 2000, Orchestra Vincenzo Vitale, Orchestra da Camera Aedon. Ricopre la carica di maestro accompagnatore stabile con il Coro Polifonico Sabatia. Ha partecipato a molti concorsi pianistici, ottenendo la menzione di merito al Concorso Nazionale Pianistico e di Musica da Camera "Città di Marcianise"


Raul Botello was born in Beeville, Texas, U.S.A., in 1938. Since a youngster he's shown the ability to create objects, ideas, concepts and thoughts then put them into visual expressions. This ability has served him well in many ways, even for everyday solutions. He's widely traveled by air and sea with stays in Japan, Korea, Taiwan, Hawaii, Panama, Colombia, Spain, Greece, and Italy. Each location encompassed exploration and readings that brought new understanding and experiences about life and the visual in art. Botello received a Bachelor of Arts degree in History from the University of Maryland, U.S.A., this after having studied fine arts as well at the University of Texas. Other studies include music when he was a young man underwater archaeology, photography, and computer applications. In 1989 he self-published a book "Sunken Cities And Temples Of Baia" that he illustrated with his own illustrations. This book described submerged Roman sites in the Bay of Pozzuoli. Recently he's constructed a website "Pozzuoli Bay Dive Guide" and produced it on a CD that runs independently of web browsers. Art mediums include drawing/sketching, painting in oils and acrylics on canvas and wood panel, wood cutting, bas relief on stone, relief in clay for casting, computer graphics, electronic publications, and desktop publishing.


Luisa Mirabella nata a Salerno nel 1949, vide ad Avellino da venti anni. Ha iniziato a dipingere da giovanissimaa e la sua passione la porta ad isciversi al Liceo Artistico di Salerno avendo come maestri Guarino e Carotenuto. Ha partecipato a vari concorsi a Roma e Bologna riscuotendo notevoli successi. E' stata invitata ad esporre in occasione delle manifestazioni Avellinesi "Terra" e "Pittori sotto le stelle". Studiando e usando varie tecniche, approfondendo quella ad olio, dedica il suo tempo allo studio dei chiaroscuri, delle prospettive e dei colori. Osserva i paesaggi e ne coglie la semplicità, per risalire all'infanzia del contesto paesaggistico. Nei fiori rivive l'esplosione armonica dei colori, ma l'elemento naturale che più l'avvicina alla sua città di origine, è il mare nelle varie sfumature e nei suoi umori.


M° Carmelo Columbro. Compositore, Commissario del Concorso Musicale Le Note Ritrovate I edizione 2009. Napoletano, si è diplomato al Conservatorio di Musica "S. Pietro a Majella" di Napoli in Pianoforte, Musica Corale e Direzione di Coro, Composizione, Direzione d'Orchestra, Organo e Composizione organistica. Ha seguito inoltre i Corsi di Perfezionamento in Composizione al l'Accademia Chigiana di Siena e all'Accademia di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida del M° Franco Donatoni. Espleta un'intensa attività artistica che lo impegna come Direttore d'Orchestra, Pianista, Organista e Clavicembalista. Sue composizioni sono state eseguite con successo in numerosi Festival della Nuova Musica e per la RAI. Si dedica inoltre alla composizione di musiche di scena per lavori teatrali, radiofonici, televisivi e cinematografici. Già Maestro del Coro al Teatro "Verdi" di Salerno e al Teatro San Carlo di Napoli è attualmente Direttore del Conservatorio "D. Cimarosa" di Avellino.


M° Tiziano Citro. Compositore, Commissario del Concorso Musicale Le Note Ritrovate I edizione 2009. Nato a Mercato S. Severino (SA), dopo aver conseguito i diplomi di pianoforte, composizione, musica corale e strumentazione per banda, nel 1990 consegue la laurea in Lettere Moderne, presso l'Università degli Studi di Salerno con una tesi dal titolo "La modalità in Ottorino Respighi". È stato direttore artistico dell'associazione "O. Respighi" ed attualmente è direttore artistico dell'Associazione "S. Rachmaninov" organizzatrice dell'Irnofestival giunto, quest'anno, alla XI edizione. Nel giugno del 2000 ha inciso il suo primo cd dal titolo "Sex side story". È autore di numerosi brani di musica da camera, pianistica e orchestrale. Nel maggio del 2002 ha inciso il suo secondo cd dal titolo "Qualcosa di me" che contiene 21 brani di musica da camera e pianistica scritti tra il 1994 ed il 2001. Nel Luglio del 2002 ha vinto una selezione pubblica come segretario artistico e organizzativo al Teatro Gesualdo di Avellino. Nel novembre 2003 ha curato gli arrangiamenti di musiche di Puccini per uno spettacolo prodotto dal festival pucciniano di Torre del Lago che ha debuttato a Parigi al Teatro degli Champs-Élysées in una rassegna curata da Maurizio Scaparro. Ha pubblicato per la casa editrice Esarmonia "12 preludi", "Rivisitando", Non ama il nero" e "Quisquilia" per pianoforte.


M° Vincenzo Gualtieri. Compositore, Commissario del Concorso Musicale Le Note Ritrovate I edizione 2009. Dopo aver svolto l'attività di pianista si dedica prima alla composizione di musica acustica e successivamente a quella elettro-acustica ed elettronica, manifestando peraltro verso quest'ultimo settore un crescente interesse. Nella sua formazione sono stati pertanto particolarmente incisivi gli incontri con G. Manzoni, A. Solbiati, A. Corghi da una parte, e con R. Doati e di A. Di Scipio dall'altra. È possibile rintracciare esecuzioni di sue opere sia in contesti internazionali che nazionali. Fra queste spiccano senz'altro quelle avvenute negli U.S.A. (New York University, F. Loewe Theater e al Sarah Lawrence College, Bronxville), a Bourges (al "34th International Festival of electronic music and sonic art"), a Santiago del Chile ("Santiago's 4th Annual Electroacoustic Music Festival" presso il Centro Cultural de España), a Pechino (presso il Center of Electro-acoustic Music of China (CEMC) nell'ambito dei Concerti C.I.M.E.). Nel 2004 l'opera Field ha vinto il 1° premio al II Concorso Internazionale di Miniature Elettroacustiche di Siviglia: "CONFLUENCIAS - Arte y Tecnologia al Borde del Milenio" e, sempre nel 2004, è stata selezionata dalla Federazione CEMAT per essere pubblicata nel primo CD della collana di opere elettroacustiche Punti di Ascolto. È titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio di Musica di Avellino.


Il C. J. Q. CIMAROSA JAZZ QUINTET è uno dei gruppi di lavoro formatisi all'interno della classe di Musica Jazz del Conservatorio di Avellino guidata dal M° Salvatore Santaniello. Nato nel 2006 insieme ad altre formazioni (dal trio alla big band), con lo scopo di dare ai giovani musicisti l'opportunità di praticare il jazz, questa band ha già avuto modo di esibirsi in varie rassegne ottenendo lusinghieri consensi. Ha tenuto concerti ad Avellino (Sport days) e provincia, a Benevento, a Napoli (Consolato americano), a Roma (Villa Celimontana Jazz Festival), al Fiano Jazz Festival di Aiello.


M° Guido Arbonelli. Clarinettista, Compositore, Presidente della Commissione del Concorso Le Note Ritrovate I edizione 2009. Perugino, ha svolto gli studi musicali al Conservatorio della sua città con il M° Ciro Scarponi, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Ha fatto parte delle orchestre della Rai di Torino e Napoli, Stettino-Polonia (cl. basso aggiunto), orchestra Guido D'Arezzo, NIS simphony orchestra (Serbia), Orchestra Sinfonica di Perugia e dell'Umbria, Arturo Toscanini orchestra e Queen's College orchestra-Usa, Orchestra Sinfonica di Constanta-Romania (clarinetto solista) e ha tenuto il corso per Professori d'Orchestra presso il Teatro lirico Sperimentale di Spoleto nell'anno 2007. Le collaborazioni avute con compositori contemporanei di livello internazionale (Sulpizi, Donatoni, Grillo, Gentile, Risset, Testi, Strobl, Ben-Amots, Rands, De Smet, Chasalow, Ghezzo etc...) sono state esperienze determinanti per la scelta di un nuovo repetorio: inconsueti sono i suoi recitals effettuati con tutta la famiglia del clarinetto. Circa 350 sono le composizioni a lui dedicate. Ha collaborato con le più importanti istituzioni italiane ed è stato ospite di importanti festival internazionali; tra gli altri Brinkhall Summer Concert - Finlandia, Leptis-Magna - Libia, Conservatorio Mosca e festival Sound Ways San Pietroburgo - Russia, Argostoli - Grecia, Accademia dell arti di Banska Bistrica - Slovacchia, Accademia di musica di Lubiana - Slovenia, Nicosia College - Cipro, Middelburg - Olanda, Ingolstadt, Stoccarda, Heilbronn, Friburgo - Germania, Filharmonia, Accademia "Liszt" - Ungheria, Orpheus and Antwerpen festival - Belgio, Università VIII di Parigi, Musique en Euroregion, Nuova musica festival Strasburgo, nuova musica in Marsiglia - Francia, Escena contemporanea e C.D.M.C. Madrid, Motril, Salamanca, Avila, Conservatorio Superiore di Malaga - Spagna, Università di Aveiro - Portogallo, Fylkingen, Boras, Stockholm New Music Festival - Svezia, Iscm - Albania, Spectrum festival Villach, "Aspekte" festival Salisburgo, Schoenberg Center Vienna - Austria, Wagner College in New York, Allegany College in Washington - Usa, Hartford University - Usa, Goucher College in Baltimora - Usa, New music Miami, Art Instituteand Northwestern University - Chicago, Colorado College - Usa, New works Calgary - Canada, Musica nova-Bienal internazionale in Brasile, Università di Valparaiso - Cile, New music in Pechino - Cina, Tokyo e Kagoshima- Giappone. Ha collaborato con gli istituti italiani in Turchia, Albania, Svezia, Serbia, Inghilterra, Cina e Ungheria. Dal 1984 al 1994, Arbonelli ha vinto 13 primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Di particolare rilievo nel 1995, l'"International gaudeamus interpreters competition" tenutosi a Rotterdam che lo annovera tra i più abili e credibili esecutori di livello internazionale. Ha inciso per Hyperprism, RaiTrade, Sinfonica, Music Fund (Bratislava), ALIA musica, AFM, Ipsar, Phoenix, Domani Musica, Aliamusica, Auralit/Mnemes, Rusty records, Extraplatte (Austria), Pentaphon, Capstone e New World Records (Usa), Egea, Agenda, Mps e UK M2 (Inghilterra), Rara, Pizzicato, Eridania, Crescendo, Map, Cemat e sue esecuzioni sono state trasmesse dalla radio Taukay, francese, italiana, israeliana, rumena, ungherese, australiana, californiana, slovena, vaticana, olandese, serba, brasiliana, svedese, maltese, austriaca, uruguaiana, belga, cilena, coreana, canadese e americana. È autore di metodi di studio, trascrizioni e composizioni edite da Brotons & Mercadal (Spagna), Mnemes, Sinfonica, Eridania, Map, Santabarbara, Pagani, Pizzicato, Agenda, Lantro (Belgio), Cactus, Comar. Con le composizioni "Immagini da Auschwitz" e "Tarata-ta" ha vinto premi di composizione. Già docente al Conservatorio di Santa Cecilia in Roma per l'indirizzo "esecutivo" di clarinetto del Diploma accademico biennale di II livello svolge attività didattica al Conservatorio in Adria.


ENSEMBLE ZENIT 2000. L'Associazione Zenit 2000 nasce nel marzo del 2000 con la finalità di diffondere la cultura musicale attraverso manifestazioni di ampio respiro artistico legate in particolare alla musica, ma parallelamente anche alle altre espressione artistiche (pittura, scultura, poesia, prosa, ecc.), ricercando così una chiave di lettura decisamente moderna. Espressione preferenziale dell'Associazione è l'ENSEMBLE ZENIT 2000. Esso nasce nel dicembre 1999 per iniziativa del M° Massimo Testa. È una formazione specializzata nel repertorio musicale del '900 e contemporaneo e si pone come realtà strumentale irpina pronta ad accogliere i giovani talenti del territorio indirizzati su tal genere dalla propria formazione musicale. Intensa e proficua l'attività già svolta. Ricordiamo in particolare nel 2000 la realizzazione in forma scenica del Pierrot Lunaire op. 21 di A. Schoenberg, con la collaborazione del mimo Espedito Giaccio e il Concerto Italia-Francia, con la realizzazione dei "Folk Songs" di L. Berio con Adria Mortari. Ancora nel 2002 la prima esecuzione assoluta della Cantata "Luce Christi" del M° Vincenzo Palermo e nel 2003 la prima esecuzione assoluta del "Concerto" per pianoforte e archi del M° Tiziano Citro, nonché nel 2005 la realizzazione e messa in scena dello spettacolo musicale-teatrale " E se un giorno..." (prima esecuzione assoluta), in collaborazione con la Compagnia Teatrale Clan H. Nel 2004, inoltre, l'ENSEMBLE ZENIT 2000 ha partecipato alla realizzazione e messa in scena di Histoire du Soldat di I. Stravinsky, in collaborazione con il Teatro C.Gesualdo di Avellino, prima produzione dello stesso teatro.


Francesco Perri. Compositore, Direttore d'Orchestra, Commissario del Concorso Musicale Le Note Ritrovate I Edizione 2009. Diplomato in Composizione, Strumentazione, Pianoforte e in Direzione d'orchestra si è laureato al D.A.M.S. e Filosofia con il massimo dei voti e la lode. È giornalista pubblicista e critico musicale. Ha scritto dal 1995 al 2002 su "Strumenti e musica", "Panorama Calabrese", "Teatro Rendano", "Il Quotidiano", "Mezzoeuro", con le riviste di cultura "Calabria Letteraria", "Il Filorosso", "Sonus", "Il Serratore", e, dal 1997 al 2003, con l'emittente radiofonica "RLB". Attualmente è docente di Teoria e Solfeggio presso il Conservatorio Statale "S. Giacomantonio" di Cosenza. Come direttore d'orchestra ha al suo attivo concerti in Italia e all'estero (Francia, Bulgaria, Canada, Germania e, negli Stati Uniti). Allievo di Bellugi, Pavlov, Gergiev, ha molto approfondito, sotto l'aspetto compositivo e strumentale, il repertorio Sinfonico tedesco tra '800 e '900 (Beethoven, Mahler, Schoenberg, Berg) e quello russo (Prokofiev e Shostakovich), avendo, infine, particolare predilezione verso il repertorio wagneriano e del Verismo italiano. Nel 2000 è stato tra i fondatori, in Calabria, della Orchestra Sinfonica Calabrese SerrEnsemble, premio Sallentum 2001, con la quale ha diretto più di cinquecento concerti in dieci anni anni di attività e di cui è il direttore stabile. Come compositore ha partecipato, con opere prime, alla Stagione musicale '92 del Fokstudio di Roma, alla XXVI Stagione concertistica '93 presso l'Università di Camerino, al X e XIV Festival di Musica d'Oggi presso l'Università della Calabria e ancora nel 2000, alla XXV Stagione dei concerti della Scuola di Musica di Fiesole, alla rassegna di Musica Contemporanea presso l'Associazione Belli di Roma (1996). Ha curato, nel 1999, con patrocinio del Comune di Cosenza gli appuntamenti dedicati alla musica d'oggi gli appuntamenti culturali Kontemporaneamente'99 con Manzoni, Pennisi, Clementi. Nel '99 è stato chiamato a collaborare come consulente musicale del "Giffoni Film Festival" e alla Biennale di Cinematografia di Venezia nel 1998 e 1999. Ha composto musiche per il Teatro Noctu, per il Teatro sperimentale di Messina, il Filorosso, per il documentario "Texas al di là del buio", per l'Associazione "Cosenza che Vive", per Il Gruppo Strumentale Musica d'Oggi, per l'Università di Parkside Winsconsin con la composizione Passi per viola e orchestra sinfonica. Per il 2006, anno mozartiano, è stato impegnato in iniziative di natura culturale e musicale per i percorsi mozartiani in Italia. Ha curato come revisore, per conto dell'Accademia Musicale della Calabria, l'edizione critica della produzione pianistica del musicista Francesco Saverio Salfi e gli inediti di Enrico Salfi, Alfonso Rendano l'opera lirica Consuelo, Emilio Capizzano e Alessandro Longo (2008).


Salvatore Metastasio. Nasce a Marsicovetere (Pz) nel 1981. Si diploma in Montatore Cinematografico e Tecnico Audiovisivo presso l'Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione "Roberto Rossellini". Consegue il diploma di Sceneggiatura presso l'Escuela Internacional de Cine y Televisiòn de Cuba. È docente di Tecnica e Storia della Regia e Montaggio Cinematografico e Televisivo "MASTER OPERATORE WEB TV" presso l'Università degli Studi di Cassino.

Filmografia: 2009 "AURUM" fiction web REFLEX HDp; 2008 "Ovunque Miracoli, il Taumaturgo ed il compositore scettico" lungometraggio HD Premio miglior Regia, Attore Protagonista e Colonna sonora &endash; Quadra Film Festival 2009; 2008 "Una Banda Larga e Forte" Documentario Scientifico HD; 2008 "Indiretta conoscenza" HD; 2007 DAEMI spot HD; 2007 "Uno Scatto nell'Agri" Film Documentario HD - Riconoscimento Miglior Lungometraggio "Festival Cinema e Ciociaria Nino Manfredi; 2005 "Come Quando Fuori Piove" Cortometraggio HD CINEALTA &endash; Miglior Cortometraggio Lucano al Lucania Film Festival 2006; 2005 "Contro la violenza sulle donne e sui bambini" Spot 35mm Riconoscimento come migliore campagna informativa Regione Basilicata.


Gargoyle Books. Nata nel 2004 dall'idea di Paolo De Crescenzo, ex direttore finanziario, ex direttore generale di squadre calcistiche ed ex consigliere delegato della Rizzoli Produzione Internazionali, la Gargoyle Books è cresciuta in questi anni grazie alla passione del suo fondatore per la letteratura horror. Non semplice letteratura di genere, ma scelta oculata e ricerca approfondita e mirata di veri romanzi di profondo interesse per i cultori dell'horror. La Gargoyle Books non punta solo alla riqualificazione di un genere per troppo tempo messo da parte o guardato con diffidenza dalla critica ufficiale, ma punta a promuovere in Italia quegli autori che sanno raccontare, con i termini dell'alta letteratura, storie terrificanti e racconti carichi di suspense. Con 28 titoli in catalogo, autori del panorama nazionale e internazionale tra gli scrittori di punta, la Gargoyle Books si presenta a Le Notti Ritrovate per promuovere il libro di Jack Ketchum The Girl Next Door che nell'edizione italiana diventa La ragazza della porta accanto. La scelta di pubblicare la versione italiana di The Girl Next Door si distanzia abbastanza dalle scelte editoriali finora operate dalla Gargoyle. In un catalogo ricco di storie che trattano di vampiri e licantropi, Paolo De Crescenzo ha inserito fra i suoi autori uno scrittore di culto in America, ma misconosciuto in Italia, che vanta tra i suoi fans addirittura il re del brivido Stephen King. Non solo frasi fatte, a dimostrare l'interesse di King per Jack Ketchum basta l'interveto critico che il famoso scrittore ha scritto in appendice alla versione italiana del romanzo.


Linda De Luca. Nasce nel settembre del 1984 a Milano, consegue a pieni voti la laurea presso l'Istituto per Interpreti e Traduttori di Varese, dove svolge anche un Master sulla traduzione letteraria e scientifica nel 2005-06. Dopo viaggi e corsi di perfezionamento all'estero (Dublino, Londra, Belgio, Stati Uniti), inizia a pieno ritmo l'attività di traduttrice collaborando con varie agenzie e presenziando a eventi nazionali e internazionali. Nel 2007 conosce Jack Ketchum e con lui si creano da subito una particolare affinità e reciproca stima. Nel 2008 traduce Red e nel 2009 The Girl Next Door. Accompagna l'autore nelle sue visite in Italia ed è sua ospite a New York e figura di supporto all'anteprima del film tratto da Red a Washington.


Il Liceo Polivalente a Indirizzo Linguistico, Scientifico, Tecnologico P.E. Imbriani, dietro la guida del dirigente scolastico prof. Luciano Di Rienzo, punta alla formazione degli allievi offrendo loro sempre costanti e raffinate occasioni di incontro per una spiccata crescita culturale al passo coi tempi. Nella sezione del Liceo Linguistico le lingue straniere insegnate sono l'Inglese, il Francese, lo Spagnolo e il Tedesco, per una maggiore affermazione degli studenti in un futuro mondo del lavoro nel settore sempre più crescente della richiesta dell'interpretariato.


Silvana Micaela Musto. Nasce in Germania nel 1979, si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Fisciano (Salerno) nel 2006. Ha svolto traduzioni tecniche, giuridiche e commerciali dal tedesco all'italiano presso agenzie di traduzioni tedesche e italiane. Insegna la lingua tedesca a laureandi e allievi delle scuole superiori. Nutre una grande passione per la storia dell'arte, fortemente convinta che la tutela del patrimonio artistico debba passare anche attraverso la sua conoscenza, concilia i suoi viaggi con la voglia di scoprire e conoscere la straordinaria ricchezza storico-artistico-naturale del nostro Paese.


Giulio Leoni. Dopo una laurea in Lettere sui linguaggi della poesia visiva si è occupato per qualche anno di Organizzazione aziendale, prima di giungere alla conclusione che al suo temperamento si addiceva meglio una totale disorganizzazione di cose e persone, in modo da poterne fare oggetto di narrazione. In anni giovanili si è appassionato alla rara materia esoterica, appresa in primis alla cattedra di Filosofia del Rinascimento. Da questi studi ha tratto alcune cognizioni in materia astrologica e chiromantica, e insieme passione per l'affascinante arte dell'Illusionismo, cugina profana dei più seri riti iniziatici. Divide equamente il tempo tra molti altri interessi. Per esempio la letteratura del Duecento e le avanguardie artistiche del secolo appena trascorso. Ha scritto alcune cose in proposito, ma quello di cui è più orgoglioso è stata la creazione e la direzione di Symbola, rivista di poesia e letteratura sperimentale. Nel 2000 ha vinto il Premio Tedeschi, con Dante Alighieri e i delitti della medusa, in cui per la prima volta venivano rivelate le straordinarie doti investigative del Sommo Poeta, coinvolto in un complotto dalle proporzioni inimmaginabili. Pubblica I delitti del mosaico, Il trionfo della volontà, I delitti della luce, Il deserto degli spettri. Tutte le opere più recenti sono edite da Mondadori.


*** *** ***

La presidente dell'associazione, Tina Rigione, ringrazia per la fattiva collaborazione Flavia Nazzaro e Maria Torri socie fondatrici di "Per caso sulla piazzetta", Carlo Capone, Valeria Vallone, Pino Di Vitto.

Si ringrazia il pubblico intervenuto alle manifestazioni, e inoltre ricordiamo Giuseppe D'Errico, Nicola Vietri, Mario Guarini, Ignazio Guerriero, Mattia Petruzziello, Franco D'Ercole, Gaetano Cerullo, Edoardo Fiore, Doriano Pellecchia, Pietro Pelosi, Gennaro Iannarone, Giuseppe Galasso, Salvatore Rino Biazzo, Jack Ketchum, Vittorio Sgarbi, Toni Cucarella, Leonardo Quadrini.

Inoltre la stampa e le Tv locali, regionali e nazionali.

Registra www.tinarigione.com tra i tuoi preferiti nel browser di navigazione.

© 2010 A.L.E.M. LITERARY AGENCY - ALL RIGHTS RESERVED. NOTHING CONTAINED IN THIS SITE MAY BE REPRODUCED FOR ANY PURPOSE WITHOUT THE OWNER'S PRIOR WRITTEN PERMISSION.